La nostra missione

 “Mi ha mandato per annunziare ai poveri un lieto messaggio” (Lc 4, 18)

” Ai poveri è predicata la buona novella” (Mt 11,5)

Queste parole di Gesù sono state fatte proprie da S. Eugenio de Mazenod e da ogni COMI, chiamata ad incarnare la missione “ad intra” e “ad extra”.

La nostra presenza nella missione “ad gentes”: un po’ di storia …

  • 1968: le prime COMI raggiungono il Ciad (Africa), nella diocesi di Pala, per un servizio nell’opera di evangelizzazione e promozione umana. Vi restano sino al 1982.
  • 1982-1983: due COMI soggiornano in Senegal, dove collaborano con gli OMI.
  • 1986: si apre la missione a Montevideo, (Uruguay), dove tuttora operiamo, in collaborazione con gli OMI, per l’evangelizzazione e la promozione umana. Nel 1996 nascono le prime vocazioni locali.
  • 1989: una COMI parte per Haiti, e collabora per più anni nel settore sanitario con le suore salesiane a cui è affidata quella missione.
  • 2003: una COMI parte per Kinshasa (Repubblica Democratica del Congo), per coordinare un dispensario e curare la formazione di alcune ragazze congolesi, che desiderano essere Comi in quella realtà. Oggi la missione di Kinshasa è interamente nelle mani delle Comi congolesi.
  • 2016: si apre la missione in Argentina, su richiesta degli OMI, per una collaborazione nella pastorale dei ragazzi di strada.

La nostra missionarietà “ad intra”: attività a servizio della Chiesa locale

  • collaborazione con i Missionari Oblati di Maria Immacolata (OMI) in progetti di nuova evangelizzazione sul territorio, nell’animazione giovanile, nelle missioni al popolo, ecc.;
  • iniziative specifiche e interventi di formazione e animazione missionaria (campi scuola, giornate, incontri in varie zone, iniziative di solidarietà, ecc.);
  • servizio e collaborazione nelle strutture diocesane a vari livelli: PP.OO.MM., Centri di cooperazione missionaria, Organismi di Pastorale giovanile e vocazionale, Movimento Apostolico Ciechi (MAC), Gruppi di collegamento di Istituti Secolari, ecc.

Gli Ausiliari: corresponsabili nella missione

L’Istituto COMI ha associato a sé dei laici (uomini e donne, sposati e non) che, senza emettere voti, vogliono condividerne la spiritualità e la missione. Gli Ausiliari partecipano, secondo le possibilità offerte dalla loro situazione, alle finalità dell’Istituto e sono impegnati soprattutto nella realtà sociale, in attività di promozione umana e di sensibilizzazione missionaria. Alcuni di loro hanno anche condiviso con le COMI alcune esperienze missionarie “ad gentes”.

L’organismo di volontariato COMI: COoperazione per un Mondo In via di sviluppo

Nel 1973 l’Istituto costituisce una ONG, Organismo di Volontariato Internazionale Cristiano, denominato “Cooperazione per un mondo in via di sviluppo – Comi“, che aderisce alla FOCSIV. L’organismo, che ha una gestione autonoma rispetto all’Istituto, opera a favore dei paesi in via di sviluppo, con progetti finalizzati alla promozione dell’istruzione, dei servizi sanitari, dell’agricoltura, delle micro-imprese, ecc.

Commenti chiusi